Escursioni

Itinerario culturale

Itinerario culturale di Chiusa sulla Saeben a Bressanone

(continua…)

Croce di Lazfons

Sulle tracce dei cacciatori – Santa Croce di Lazfons – Cima San Cassiano

Punto di partenza: Lazfons – parcheggio Kühhof (1550 m) Meta: Rifugio Chiusa al Campaccio (Klausner -Hütte) – Santa Croce di Lazfons – Cima San Cassiano Dislivello in salita: 1031 m Distanza totale: 14 km Tempo di percorrenza: 6 ore e 30 minuti

Itinerario:
Percorso: A partire dal parcheggio Kühhof, seguire il segnavia n° 1 per il rifugio Chiusa al Campaccio ( 1920 m -punto di ristoro). Raggiungere le “Rungger Hütten”, vicino al torrente Plankenbach e proseguire sul sentiero n° 1 per il rifugio S. Croce di Lazfons ( 2311 m, il più alto luogo di pellegrinaggio d’Europa). Il sentiero n° 9 passando per il “Gampmaul” e il lago di Cassiano ci portano alla Cima di San Cassiano (2581 m). Ritorno per la stessa via.

(continua…)

Monte del Pascolo

Escursione panoramica al Monte del Pascolo e Rifugio Lago Rodella

Itinerario:
Posteggio Garner Wetterkreuz sentiero n° 10 – strada forestale – bosco e prati “Garner Berg” . zona palestre -sentiero – Munschegg – salita (traccia scarsa) – Monte Pascolo ( m 2436 ). Discesa n° 7 sentiero in cresta – Rifugio Lago Rodella (m 2284). Via di ritorno n° 8 Lago Rodella (m2255) – sentiero in quota – Munschegg – deviazione a sinstra n° 10 discesa per l’itinerario di salita – posteggio Garner Wetterkreuz.

(continua…)

Sasso Putia

Escursione al Sasso Putia

Il Sasso Putia, pilastro nordovest delle Dolomiti, con una vasta veduta dell’arco alpino centrale, offre un eccellente circondario panoramico. L’escursione richiede allenamento, assenza di vertigini, esperienza alpinistica ed un minimo di attrezzatura per via ferrata. Si raggiunge la Forcella Putia (m 2357) come descritto nel Giro del Sasso Putia. Il sentiero segnato sale verso nordest, continua in serpentine per un canalone in parte roccioso, segue le rocce di una crestina e porta alla vasta sella presso l’attacco alla via attrezzata (m 2765). Il breve salto roccioso, attrezzato con corde metalliche, appare più difficile di quanto lo sia. Infine un sentiero conduce al punto culmine con la croce (m 2875). Si torna a valle per la via di salita. Per chi preferisce rinunciare alla ferrata, si offre la salita al Piccolo Putia (m 2813), cima di facile accesso.

(continua…)